Allergie oculari

Quali sono le allergie oculari?

Le allergie oculari, note anche come malattie degli occhi allergici, descrivono una serie di allergie simili a febbre da fieno e asma in cui gli occhi mostrano un'eccessiva reazione immunitaria a un fattore ambientale esterno.

I principali tipi di allergie oculari sono:

  • Congiuntivite allergica acuta
  • Congiuntivite allergica cronica (che include congiuntivite da fieno e congiuntivite primaverile)
  • Congiuntivite papillare gigante

Quali sono i sintomi e le cause?

La congiuntivite allergica acuta è più comune tra i bambini che giocano all'aperto, spesso innescati da erba alta o animali domestici. I sintomi includono prurito, lacrimazione e lacrimazione palpebrale.

I sintomi della congiuntivite allergica cronica dipendono dal tipo.

Congiuntivite da fieno:

  • La forma più comune di congiuntivite allergica.
  • Prurito, occhi lacrimosi
  • Attivato da esposizione a polline (stagionale) o animali, polvere e muffa (perenne).
  • I sintomi sono generalmente stagionali.
  • A volte le palpebre possono gonfiarsi.

Congiuntivite primaverile:

  • Spesso presente in pazienti con allergie aggiuntive, questa forma di allergia oculare è molto grave.
  • Gli occhi diventano molto pruriginosi, acquosi e fotosensibili e possono avvertire una sensazione di bruciore.
  • A volte la visione può essere ridotta.

Congiuntivite papillare gigante:

  • Questo tipo di allergia oculare colpisce coloro che portano lenti a contatto o pazienti con occhi artificiali.
  • Le papille, che sono piccole protuberanze, si formeranno sulla palpebra superiore interna.
  • Gli occhi diventano pruriginosi e acquosi, con una maggiore produzione di muco.

In che modo le allergie oculari sono diverse dalla congiuntivite infettiva?

I sintomi delle allergie oculari possono essere molto simili a quelli della congiuntivite infettiva, ma ci sono alcune differenze chiave che possono aiutare nella diagnosi:

  • La scarica con congiuntivite allergica è più acquosa, mentre è più spessa e appiccicosa con congiuntivite infettiva.
  • La congiuntivite allergica aumenta durante il giorno, mentre la congiuntivite infettiva è generalmente la prima cosa peggiore.
  • Con la congiuntivite allergica, non dovrebbe esserci gonfiore linfonodale, mentre con la congiuntivite infettiva i linfonodi sono normalmente gonfiati e sollevati.
  • La congiuntivite allergica è ricorrente, mentre la congiuntivite da infezione è di solito una tantum.

Come possono essere prevenuti?

Il modo migliore per prevenire la congiuntivite allergica è evitare l'allergene che lo scatena. Alcuni modi per farlo includono:

  • Tenere chiuse le finestre
  • Sbarazzarsi di tutte le piante o fiori che rilasciano polline.
  • Rimuovere la moquette, in quanto gli acari della polvere possono viverci.
  • Stare in casa durante la stagione della febbre da fieno.
  • Avere coperture antipolvere su cuscini e materassi.
  • Evitare l'uso di lenti a contatto se si soffre di congiuntivite papillare gigante.

Qual è il trattamento?

Oltre ai rimedi casalinghi, come i bagni per gli occhi e l'uso di un panno fresco per comprimere gli occhi, ci sono alcuni trattamenti medici disponibili. Questi includono:

  • Antistaminici topici - collirio che aiutano a ridurre gonfiore e prurito.
  • Decongestionanti topici - collirio che riducono il gonfiore costringendo i vasi sanguigni negli occhi.
  • Immunoterapia - iniezioni di allergia o compresse.
  • Stabilizzatori topici di mastociti - farmaci che prevengono le cellule che rilasciano l'istamina. Sono utilizzati al meglio nel tempo, piuttosto che per un rapido sollievo dai sintomi.
  • Corticosteroidi - generalmente prescritti per la congiuntivite allergica grave e vengono assunti solo per un breve periodo.
Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..