Problemi respiratori del neonato

La sindrome da distress respiratorio neonatale, nota anche come RDS neonatale o sindrome da distress respiratorio infantile, è quando i polmoni di un neonato non sono completamente sviluppati causando difficoltà a respirare normalmente. Di solito si verifica nei bambini prematuri perché i polmoni non hanno avuto il tempo di svilupparsi completamente.

Bambino in un ventilatore

Fare clic e trascinare per spostare
Quali sono le cause della sindrome da distress respiratorio neonatale?
I polmoni richiedono una sostanza chiamata tensioattivo per espandersi e contrarsi e anche per mantenere aperte le sacche d'aria nei polmoni. Quando un bambino nasce prematuro, molto spesso mancano abbastanza tensioattivo che causa problemi ai polmoni e difficoltà respiratorie. Senza abbastanza tensioattivo, i polmoni possono collassare e il bambino deve lavorare sodo per respirare.

Generalmente, più il bambino è prematuro, maggiori sono le possibilità di sviluppo di RDS neonatale. La RDS neonatale può anche essere dovuta a un problema genetico.

Alcuni fattori possono aumentare la probabilità che un bambino abbia questa condizione, come ad esempio:

Diabete materno
Il parto cesareo prima che il bambino sia a tempo pieno
Problemi durante il parto che riducono il flusso sanguigno al bambino
Lavoro rapido
Un fratello o una sorella che hanno sofferto di RDS neonatale

Quali sono le complicanze associate alla RDS neonatale?
La sindrome da distress respiratorio neonatale può peggiorare per 2-4 giorni dopo la nascita e, nei casi peggiori, può essere fatale se non trattata correttamente. Se il bambino non riceve abbastanza ossigeno, può causare danni al cervello e agli organi vitali.

Le complicazioni possono includere:

Polmone collassato
Coaguli di sangue
Infezioni del sangue
Sanguinamento al cervello
Insufficienza renale
Sanguinamento dentro o intorno ai polmoni
Accumulo di aria nella sacca attorno al cuore e / o ai polmoni
Cecità
Ogni bambino è diverso e anche la gravità della condizione è diversa. È importante notare che queste sono solo possibili complicazioni e potrebbero anche non verificarsi.


Quali sono i sintomi di RDS neonatale?
Il più delle volte, un bambino inizierà a mostrare segni e sintomi subito dopo la nascita. Occasionalmente, i sintomi possono richiedere fino a 24 ore per svilupparsi, quindi è importante tenere d'occhio i sintomi. Questi includono:

Colore bluastro della pelle
Respirazione rapida o superficiale
Suoni grugniti durante la respirazione
Svasatura nasale
Breve arresto nella respirazione
Diminuzione della produzione di urina


Come viene diagnosticata
Esistono alcuni test medici utilizzati per rilevare questa condizione. Questi includono un'analisi dei gas nel sangue, che mostra un eccesso di acido nei fluidi corporei e bassi livelli di ossigeno, una radiografia del torace e test di laboratorio, che aiutano a eliminare le infezioni che potrebbero peggiorare i problemi respiratori.


Come viene trattato?
In primo luogo, il bambino viene ricoverato immediatamente in un'unità di terapia intensiva neonatale. Mentre è lì, al bambino possono essere somministrati uno o più dei seguenti trattamenti:

Terapia sostitutiva del tensioattivo: la terapia fornisce al bambino il tensioattivo di cui ha bisogno nei polmoni. Viene somministrato attraverso un tubo per assicurarsi che vada direttamente nei polmoni. Di solito, il bambino viene quindi collegato a un ventilatore per offrire un supporto extra per respirare.
Macchina nasale a pressione positiva continua (NCPAP) o ventilatore: il bambino potrebbe aver bisogno di un supporto respiratorio che un ventilatore può fornire. Questo trattamento consiste nel posizionare un tubo lungo la trachea e respira per il bambino. Un NCPAP è meno invasivo e fornisce ossigeno attraverso le narici attraverso una maschera.
Ossigenoterapia: questo trattamento prevede la consegna di ossigeno agli organi del bambino nel corpo attraverso i polmoni.

Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..