Chirurgia della ghiandola parotide

Qual è la chirurgia della ghiandola paratiroidea?

La chirurgia paratiroidea cerca di rimuovere una, varie o tutte le ghiandole paratiroidi per trattare le ghiandole paratiroidi iperattive. Se la paratiroide è anormale, può causare varie complicazioni mediche. In questi casi, può essere necessaria la chirurgia paratiroidea, altrimenti nota come paratiroidectomia quando vengono rimosse le ghiandole.

Perché viene eseguita la chirurgia della ghiandola paratiroidea?

Le ghiandole paratiroidi sono in realtà quattro ghiandole individuali trovate sulla tiroide, che si trova nel collo. Le ghiandole paratiroidi regolano il calcio nel sangue. Se rilevano che i livelli di calcio sono bassi, rilasciano l'ormone paratiroideo, prendendo il calcio dalle ossa. Se la ghiandola paratiroidea è anormale, può produrre troppo calcio, il che porta a una condizione chiamata ipercalcemia. Questo può avere gravi conseguenze, tra cui insufficienza renale, ipertensione e malattia coronarica.

La chirurgia della ghiandola paratiroidea può anche essere necessaria nei seguenti casi:

  • Se tumori cancerosi si trovano su o vicino alle ghiandole
  • Se vengono trovati tumori non cancerosi, chiamati adenomi
  • In quelli con una storia di tiroidectomia, significa che la tiroide è stata rimossa
  • Nell'iperplasia paratiroidea, dove tutte le ghiandole paratiroidi sono ingrossate

Cosa comporta?

L'approccio chirurgico più comune è quello di fare un'incisione nel collo, consentendo la rimozione della ghiandola paratiroidea identificata. La tecnica tradizionale per la rimozione delle ghiandole paratiroidi era una tecnica chiamata esplorazione bilaterale del collo, in cui il chirurgo identifica esattamente quale delle ghiandole richiede la rimozione. Tuttavia, poiché molti hanno bisogno di una sola ghiandola rimossa, la chirurgia di questi giorni cerca di essere meno invasiva, il che significa che c'è meno cicatrizzazione e meno tempo di recupero è necessario.

Diverse tecniche includono:

  • Paratiroidectomia focalizzata, in cui il collo non viene esplorato e una particolare ghiandola viene rimossa dopo i test preoperatori.
  • Paratiroidectomia video-assistita, in cui il chirurgo taglia una piccola incisione e inserisce una piccola telecamera, che consente loro di esplorare più facilmente all'interno del collo e li guida alla ghiandola corretta.
  • Paratiroidectomia radioguidata, in cui il chirurgo utilizza un particolare tipo di materiale radioattivo che assorbirà solo le ghiandole paratiroidi interessate, guidandole verso la ghiandola corretta.

Il tipo di intervento offerto dipenderà dal paziente e dalla sua idoneità - ci sono vari tipi di procedure e il chirurgo consiglierà quale sia il migliore. Ad esempio, in alcuni pazienti, la chirurgia assistita da robot è ora un'opzione, in cui viene praticata un'incisione sotto l'ascella piuttosto che sul collo. Tuttavia, questo non è sempre adatto e altre tecniche potrebbero essere più adatte al paziente.

Come puoi prepararti alla chirurgia della ghiandola paratiroidea?

Una prima consultazione deve essere fatta prima che l'intervento sia programmato, per verificare se il paziente è un candidato per la chirurgia paratiroidea. Il chirurgo consiglierà qualsiasi precauzione da prendere e spiegherà che cosa è sicuro prendere con i farmaci, se il paziente ha prescritto. I fluidificanti del sangue non devono essere assunti per diversi giorni prima dell'intervento chirurgico (es. Ibuprofene, aspirina).

Poiché la procedura in questi giorni è più comunemente minimamente invasiva, viene spesso eseguita come un caso giornaliero. Tuttavia, in coloro che si sottopongono a operazioni tradizionali, è previsto un pernottamento. In entrambi i casi, è necessario organizzare il trasporto da e verso l'ospedale con un amico o un accompagnatore.

Cure post-operatorie

La chirurgia paratiroidea viene eseguita più comunemente come una procedura ambulatoriale, e i pazienti vengono solitamente inviati a casa lo stesso giorno. Dopo l'operazione, il paziente dovrebbe aspettarsi un certo disagio - spesso descritto come simile a un mal di gola. I pazienti saranno in grado di deglutire, ma gli alimenti più morbidi sono spesso più facili da trattare con il paziente immediatamente dopo l'intervento. Gli antidolorifici da banco possono aiutare con disagio e dolore.

Dopo l'intervento chirurgico, sono previsti alcuni giorni di assenza dal lavoro e la guida non deve essere presa in considerazione fino a quando il paziente non riesce a girare la testa da un lato all'altro e non sta più assumendo farmaci per alleviare il dolore. Il paziente dovrebbe aspettarsi che si formi una cicatrice, che nei mesi successivi all'operazione si affievolirà gradualmente fino a quando non sarà quasi visibile.

Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..