Trazione vitreomacolare

Che cos'è la trazione vitreomacolare (VMT)? Nel mezzo dell'occhio, c'è una sostanza chiamata vitreo. In un occhio sano, questa sostanza è un gel trasparente - composto principalmente da acqua e collagene - attaccato alla macula e alla retina e aiuta a mantenere la forma dell'occhio. Quando guardiamo un oggetto, la luce viaggia attraverso il vitreo e si concentra sulla retina nella parte posteriore dell'occhio. Con l'avanzare dell'età, il vitreo a volte può staccarsi dalla retina e causare una condizione nota come distacco vitreo posteriore (PVD). A volte, il vitreo non viene completamente rimosso, lasciando parte del gel attaccato e tirando la macula. Ciò si traduce quindi in trazione vitreomacolare (VMT). Se questa condizione non viene trattata, il danno può causare un buco maculare e perdita della vista. Cosa causa la trazione vitreomacolare? Negli occhi giovani e sani, la VMT è rara ed è generalmente osservata in pazienti di età superiore ai 70 anni. La causa della VMT è dovuta alla parte del vitreo che rimane attaccato alla macula. Ci sono alcune malattie degli occhi che possono aumentare il rischio di svilupparlo. Degenerazione maculare legata all'età (AMD) Malattia dell'occhio diabetico Miopia Occlusione della vena retinica Quali sono i sintomi? I sintomi più comuni dei pazienti con VMT includono: Visione distorta (metamorfopsia) che fa apparire ondulate o vuote una griglia di linee rette. Lampi di luce negli occhi Diminuzione della nitidezza della visione Vedere oggetti più piccoli di quanto non siano in realtà I sintomi possono essere lievi, svilupparsi lentamente e presentare anche in modo indipendente. Ad esempio, potresti riscontrare una visione distorta ma senza una riduzione della nitidezza della visione. Come viene diagnosticata Il tuo oculista dovrà guardare dentro l'occhio usando uno o più dei seguenti test: Tomografia a coerenza ottica (OCT): un test di imaging che scatta foto degli strati della retina e aiuta a mostrare quanti danni si sono verificati sulla macula. Angiografia con flouresceina - ancora una volta, questo è un altro test di imaging che scatta foto della retina. Un colorante giallo viene anche iniettato nella vena del braccio. Ciò consentirà al tuo oculista di vedere quanto bene circola il sangue all'interno dell'occhio e identificare qualsiasi gonfiore della macula - un segno comune di VMT. Scansione ad ultrasuoni: utilizzando le onde sonore, il tuo oculista ottiene una migliore visione dell'interno dell'occhio e quanto bene il vitreo e la macula sono attaccati l'uno all'altro. Come viene trattata la trazione vitreomacolare? Esistono alcune opzioni per il trattamento di VMT. Il tuo oculista utilizzerà uno o più dei seguenti approcci: Aspetta e vedi - poiché alcuni casi di VMT si risolvono spontaneamente, il tuo oculista potrebbe attendere e monitorare regolarmente l'occhio per vedere se si verificano cambiamenti. Questa opzione viene spesso scelta se i sintomi non sono abbastanza gravi da giustificare un intervento. Chirurgia della vitrectomia Pars Plana - Per alcuni pazienti, la loro vista potrebbe essere gravemente compromessa, il che significa che dovranno sottoporsi a un intervento chirurgico. L'intervento prevede il rilascio manuale del vitreo dalla macula. Trattandosi di un trattamento piuttosto invasivo, è riservato a coloro che sono a rischio di gravi disturbi visivi e cecità. Farmaci: se non sei idoneo per la chirurgia della vitrectomia, ti potrebbero essere somministrati farmaci. Il farmaco utilizzato si chiama ocriplasmina ed è somministrato per iniezioni al centro dell'occhio. Funziona sciogliendo le fibre proteiche che collegano il vitreo e la macula insieme. Quale specialista tratta questa condizione? Uno specialista in grado di trattare la trazione vitreomacolare (VMT) è un oculista.

Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..