Helicobacter pylori – ask an expert!

Autore: Dr Stuart Bloom
Pubblicato:
Editor: Cal Murphy

L'Helicobacter pylori (spesso chiamato HP in breve) è un insetto o batterio che vive nello stomaco. È stato scoperto negli anni '80 da un chirurgo australiano di nome Barry Marshall , che nel 2005 ha ricevuto il Premio Nobel con il suo collaboratore Robin Warren per scoprire il legame tra HP e ulcera peptica (le ulcere peptiche sono difetti nel rivestimento dello stomaco o una parte adiacente dell'intestino chiamata duodeno). C'è ancora molto che non sappiamo di helicobacter pylori, ma vive nello stomaco di un enorme numero di persone. Top Doctors ha parlato con il gastroenterologo esperto Stuart Bloom , che ci fornisce i dati su questa condizione intestinale .

Cos'è Helicobacter Pylori

Helicobacter pylori vive nello stomaco e ha infettato le persone da molto tempo. E 'stato identificato come una causa importante della malattia umana a metà degli anni '80, quando un giovane chirurgo australiano chiamato Barry Marshall lo identificò nello strato di muco che rivestiva lo stomaco. Si convinse che era un fattore importante nell'infiammazione dello stomaco e nella malattia da ulcera peptica ; è stato solo dopo aver ingerito una coltura del batterio, sviluppato un'ulcera e poi curato l'ulcera con antibiotici, la comunità scientifica ha iniziato ad accettare che una malattia che aveva causato tanta sofferenza era nella maggior parte dei casi causata da un'infezione.

 

Dove si trova H. il pylori viene?

La maggior parte delle persone acquisisce H. pylori da infezione da altre persone, di solito stretti familiari. L'infezione di solito si verifica durante l'infanzia. Circa il 40% delle persone che vivono nel Regno Unito hanno HP nel loro stomaco. L'insetto vive spesso nello stomaco per molti anni senza causare problemi - circa l'80% delle persone infettate dall'insetto non hanno sintomi.

 

Quando è H. pylori serio?

Le ragioni per le quali HP può causare ulcere gastriche dopo molti anni di vita in un organismo ospite (persona) non sono chiare. L'infezione causa infiammazione nello stomaco e questo può causare alti livelli di un ormone che produce acido chiamato gastrina. Col passare del tempo, i livelli elevati di acido possono causare vari sintomi tra cui indigestione e ulcere gastriche e duodenali più preoccupanti.

I problemi possono sorgere a causa della combinazione di H. pylori e altri fattori che causano ulcera, come alcuni farmaci (ad esempio antinfiammatori non steroidei (FANS)). Le ulcere che si verificano nello stomaco o nel duodeno sono chiamate ulcere peptiche. Non solo possono causare sintomi, ma possono essere soggetti a complicazioni, come sanguinamento o persino perforazione.

C'è anche un'associazione tra H. Pylori e cancro allo stomaco, motivo per cui HP viene trattato nella maggior parte delle persone che si mostrano infette, anche se hanno pochissimi sintomi.

 

Come testiamo per H. pylori?

È possibile testare l'Helicobacter pylori con un esame del sangue o un test del respiro, ma ora il modo più accettato è quello di testare le feci (feci) per un marker di H. pylori chiamato antigene HP. La ragione di questo è che un esame del sangue per H. Pylori rimarrà positivo anche dopo il trattamento, mentre un test delle feci riprende l'infezione attiva. È anche possibile testare per HP quando si fa un'endoscopia, o anche per far crescere i batteri direttamente in un laboratorio dopo una biopsia, ma questi test sono più costosi e invasivi. Di solito il medico consiglierà di evitare forti farmaci soppressori dell'acido (inibitori della pompa protonica degli inibitori della pompa protonica) per circa 3 settimane prima di essere testati per HP.

 

C'è una cura per H. pylori? Qual è il trattamento?

Nella maggior parte dei casi, l'HP può essere eliminato con una miscela di antibiotici e soppressione dell'acidità. Come per molte infezioni, la resistenza agli antibiotici è un problema considerevole e influisce sui tassi di eradicazione. 20 anni fa pensavamo di aver risolto il problema con un regime di sette giorni di due antibiotici e un inibitore dell'acido. Al giorno d'oggi, questo cocktail è molto spesso inefficace e dobbiamo usare trattamenti più lunghi di una combinazione di antibiotici. Attualmente i tassi di eradicazione sono dell'ordine del 90%. In teoria, il batterio può essere coltivato in laboratorio da una biopsia prelevata al momento dell'endoscopia e la sua sensibilità a diversi antibiotici può essere misurata, ma in pratica è piuttosto difficile crescere in condizioni di laboratorio.

 

Torna indietro?

Non molto spesso. Una volta che HP viene eliminato dagli antibiotici, la recidiva è rara e può essere testata con un test del respiro di un antigene HP delle feci.

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Dr Stuart Bloom
Gastroenterologia

Il Dr Stuart Bloom è un gastroenterologo con sede a Londra . È un esperto in malattie infiammatorie intestinali , così come la gestione della sindrome dell'intestino irritabile e l'intolleranza alimentare . Dirige la clinica dell'infiammazione intestinale presso l'University College London Hospitals, dove lavora come consulente dal 1996.

Dr Bloom è l'autore senior dell'attuale linea guida della British Society of Gastroenterology (BSG) per la gestione della colite e della malattia di Crohn, pubblicata nel 2010. È stato presidente della rete di ricerca clinica del Regno Unito in Gastroenterologia dal 2008-2013. Attualmente è presidente del registro IBD del Regno Unito.

Il dott. Stuart Bloom è anche un colonscopologo accreditato per lo screening del cancro dell'intestino, con un basso tasso di complicanze durante le colonscopie. È stato riconosciuto per la sua esperienza e il suo contributo alla medicina nel suo campo (The Leslie Parrott Prize della National Association of Crohn's and Colitis (1994), la medaglia del Presidente della British Society of Gastroenterology (2013)).

*Tradotto con Google Translator. Preghiamo ci scusi per ogni imperfezione

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies