trombocitopenia

La trombocitopenia è l’alterazione del numero delle piastrine. Queste costituiscono un componente del sangue che favorisce il processo di coagulazione. Tale disturbo si manifesta attraverso una riduzione delle piastrine provocando, così, sanguinamenti anormali. Tra i principali sintomi che si manifestano, difatti, vi sono sanguinamenti della bocca e delle gengive, ematomi, emorragia nasale ed eruzioni cutanee. È possibile che in alcuni casi il paziente non riscontri alcun sintomo specifico. Le cause legate alla trombocitopenia sono riconducibili a 3 fattori: la produzione insufficiente di midollo osseo, l’incremento del processo di decomposizione all’interno del circolo sanguigno (nella milza o nel fegato) e, infine, varie cause come l’assunzione di determinati farmaci. Sebbene al fine di prevenire o limitare le perdite di sangue la procedura maggiormente consigliata sia la trasfusione di piastrine, il trattamento adeguato dipende dalla causa scatenante della patologia. Alcuni farmaci come l’aspirina e gli antinfiammatori steroidei o le attività sportive che comportano traumi fisici sono da evitare.

Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..